PERMESSO SIAE

 

Ora cerco di rispondere a tutte quelle domande che gli sposi mi fanno a riguardo…

L’adempimento delle pratiche SIAE.

La legge Italiana prevede che in un luogo pubblico dove si suona musica, di qualsiasi tipo, si paghino i diritti d’autore.

 

Se il vostro matrimonio è organizzato in una struttura già convenzionata, sarà il gestore della stessa a coinvolgere direttamente la SIAE, addebitandovene il costo.

 

Diversamente sarete voi ad occuparvene. Per facilitarvi la vita vi indico di seguito passo passo ciò che dovete fare.

Come vedi dall’immagine, ci sono tre utenze di registrazione: «Associato/Mandante», «Privato» o «Azienda».

Quello che a te interessa è «Privato».

Compilare i dati: nome, cognome, mail, residenza ecc. ecc. Ah, mi raccomando: tieni a portata di click il codice fiscale che serve come prova del fatto che tu sei una persona in carne e ossa.

Una volta registrato, accedi al portale e ti apparirà questa schermata:

Clicca su «Permessi Feste Private» e inizia!

Prima sezione


Qui ti viene chiesto:

– Di indicare la provincia e il comune dove si svolgerà il tuo evento.
– Di cercare il locale che ospiterà la festa. Ti voglio dare un consiglio: cerca il posto attraverso il suo nome proprio, omettendo la categoria di appartenenza (tipo villa, ristorante, hotel…).

Esempio: non cercare «Villa PincaPalla», ma solo «PincaPalla». Attenzione: se non riuscissi a trovare il locale nella barra di ricerca, dovrai utilizzare il metodo «alla vecchia maniera» per richiedere i permessi, presentandoti ad una sede fisica della SIAE.

Seconda sezione


Si entra nel vivo della festa! Qui dovrai infatti selezionare:

– Di che tipo di evento si tratta (matrimoni, battesimi, cresime, compleanni, feste di laurea ed analoghi – – Festeggiamenti)
– Come verrà diffusa la musica.
– Il giorno dell’evento.
– L’ora di inizio.
– L’ora di fine.
– Il numero di partecipanti.
– Se l’evento prevede o meno il ballo.

Potrebbe sorgerti un dubbio legittimo: a cosa servono queste specifiche? Servono per stabilire il prezzo del permesso SIAE. Infatti, le tariffe cambiano al variare di queste risposteche tengono conto di:

  • Categoria del locale: se si tratta di una location di lusso infatti il costo sarà più alto.
  • Numero di invitati: che si suddivide per fasce di invitati previsti (da 1 a 100; da 101 a 150; da 150 a 200; oltre i 200).
  • Tipologia di musica che verrà eseguita: infatti c’è una variazione di prezzo nel caso che la serata sia allietata da musica live o musica registrata (come nel caso di DJ o di ipod, computer ecc.). ATTENZIONELa musica live costa di meno rispetto a quella registrata

Tutto questo è giusto saperlo per capire che cosa andrai a pagare! Per semplificare ulteriormente, ti riporto di seguito la tabella delle tariffe SIAE (rintracciabile anche sul sito della SIAE); PS anche se vedete la data del 2016 le tariffe sono attuali (2019):

Ah sì, dimenticavo. Ti sarai anche domandato: ma perché questi mi chiedono se si balla oppure no? C’è musica e la gente farà un po’ come vuole. Bene, sappi che una volta questa era un’altra variabile che determinava il preventivo finale: se si ballava il prezzo aumentava! Oggi fortunatamente non si applica più nessuna variazione di prezzo: si è liberi di ballare o di non ballare, gratuitamente.

Terza sezione

– Ora che hai selezionato tutto, vai avanti e… sorpresa: ecco il prezzo finale del tuo permesso SIAE! Cliccando sul tasto «paga ora», manco a dirlo, dovrai pagare (si accettano pagamenti sia con Paypal sia con carta di credito).

Quarta sezione

1) Il permesso, che contiene il contratto stipulato con la SIAE e la ricapitolazione di tutti i dettagli della tua richiesta: come il nome del locale, il numero di invitati, l’ora di inizio ecc. ecc. Nota bene: la cifra riportata come saldo è diversa da quella pagata perché tiene conto solo dell’importo dovuto a SIAE escludendo perciò le altre spese, quali i costi di segreteria, i dirtti connessi ecc. ecc. ( In fondo c’è un ultimo riquadro verde che riporta l’indirizzo a cui volendo, si potrebbe spedire materialmente il Borderò il giorno dopo l’evento, COSA CHE NON SERVE PIU’ FARE, perché si esegue tutto on-line)

2) Il programma musicale (o Borderò) che è il foglio in cui dovranno essere riportati i titoli delle canzoni e delle musiche suonate e/o riprodotte all’evento. La compilazione di tale parte del documento spetterà al cosidetto Direttore d’Esecuzione ossia il musicista (o il componente di una band, il DJ, il direttore d’orchestra ecc. ecc.). Quindi, se non proprio il giorno dopo, ma sicuramente a qualche giorno dall’evento, il tuo musicista compilerà il Borderò nella sua sessione riservata all’interno del portale e tu portai spedirlo in via telematica attivando il servizio del portale online «mioBorderò» che si trova in basso, nella home del tuo profilo.